Partita IVA di questo sito:

  • IT-01735790212

Pubblicità

Pubblicità::

Cerca nei quartieri di Genova:

Siamo sul Corriere Mercantile!

Siamo per la terza volta sul Secolo XIX!

« la foce vista dall'alto | Principale | In 118 hanno detto "NO" alla variante del progetto di copertura di Viale Brigate Partigiane »

09/03/09

Commenti

Riccardo

La cittadinanza genovese mi dà abbastanza il vomito. Oltre a remare contro le stesse istituzioni che essa stessa vota da 50 anni (senza mai concedere ricambio), anche quando si impegna a fare qualcosa di buono in un mare di cavolate....è pronta poi a lamentarsi che le vie sono intasate (via brigate partigiane), che l'autostrada è inefficente, che la metropolitana non arriverà mai a Sampierdarena o Rivarolo.
Certo....perché chi abita a Rivarolo ha paura di poter arivare puntuale a casa e soprattutto "guai a costruire il prolungamento dei binari in superficie di Brin, maniman mi levano la bella vista che ho da camera mia sul cemento!". Chi abita nel ponente ha paura a poter viaggiare comodamente sulla Gronda (e anche lì, soprattutto, chi ti dà poi il pretesto per lamentarti e mugugnare che il traffico delle nostre autostrade è congestionato?). Chi abita alla Foce preferisce che le aiuole che c'erano in via Brigate partigiane (che erano potenzialmente belle, per carità) riprendano il loro corso di mancata manutenzione, raccogliendo le cartacce e subendo il calpestio delle irriverenti suole degli stessi residenti che attraversano la strada passando su di esse, salvo poi dire che amano il verde.
Io sono genovese e della foce. E probabilmente sono un alieno. Adoro il verde e adoro anche per certi versi le caratteristiche morfologiche di Genova che, se da un lato impediscono al traffico (di mezzi pubblici o privati) di scorrere come in altre città, allo stesso tempo però ti permettono di passare da una zona di città (Manin) ad una di aperta campagna (Righi) o da un'arteria stradale tipicamente cittadina (Via Albaro) ad una serie di dedali o creuze quasi rurali e stupende nella loro fattura (Via San Nazaro, via Parini ecc...), percorrendo solo pochi metri.
Quindi, se il progetto fosse significato eliminare al 100% il verde in via brigate partigiane, sarei stato il primo, nel mio piccolo, ad oppormi.
Ma visto che si tratta di spostarlo al fine (per una volta) di miliorare quei problemi di cui tutti sono pronti a lamentarsi...sono favorevole al progetto.
Certo, due corsie per autobus che in quella via passano abbastanza di rado (rispetto magari a una Via Cornigliano o ad una stessa via XX Settembre), forse non è troppo sensato. Diciamo, con una vena di plemica, che sarebbe più giusto costruire due binari della metropolitana che arrivassero a Brignole scorrendo in superficie. Ma forse, per questa idea - una volta ammutolito il quasi certo repentino coro di "No" - comunque bisognerebbe aspettare il 2057...tempo di realizzazione di un così "faticoso" progetto...

Emanuela

certe tue idee possono essere più o meno condivisibili, resta di certo la necessità per una città sacrificata geograficamente come Genova, di salvare il più possibile le già ridotte aree dedicate al verde. Aggiungo una considerazione personale: se anche venisse fatta una strada a 5 corsie per marcia e con 2 corsie preferenziali per i mezzi pubblici ma sono per un breve tratto del percorso, si creerebbe poi un effetto imbuto alla fine che vanificherebbe il lavoro di ampliamento stradale. Ma non mi occupo di gestione del traffico e non sono un vigile...ragiono solo da cittadina dotata di buon senso...

piero

Buongiorno
sono un commerciante della foce, ormai sono anni che i commercianti sono danneggiati dai lavori di copertura del Bisagno e scavi ovunque, capisco che era necessario, ora però che i lavori sono quasi finiti siamo bloccati per una discussione tra chi vuole le aiuole e chi no, se per prendere questa decisione occorre un referendum, si faccia!! ma basta ! non ne possiamo più, il danno commerciale alla zona è incalcolabile, basta fare una passeggiata in zona per vedere quanti punti vendita hanno chiuso e quanti cartelli d'offerta di affitto ci sono, ma i nostri amministratori non ci pensano? buon lavoro, spero, piero

I commenti per questa nota sono chiusi.

Partecipa anche Tu!

  • Inviaci segnalazioni, testi, foto, commenti e suggerimenti!

    Vuoi scrivere anche Tu su questo sito?

    Hai già un tuo blog o un tuo sito internet dove parli già del Tuo quartiere?

    Inserisci un commento oppure scrivimi a:

    Vuoi saperne di più? Clicca qui!

I blog dei quartieri di Genova:

Siamo sul Secolo XIX!

Emanuela: chi sono?

Contatti Emanuela.it

  • Email, segreteria telefonica e fax
    Potete contattarmi via email
    A Genova sono nata, cresciuta, e ora ci vivo e lavoro, ma ho il telefono e il fax "milanesi" perché sono numeri "virtuali":
    Segreteria tel.: +39 02 320622699
    Fax: +39 02 700505816
    Facebook: Emanuela Gazzolo

Statistiche Foce.Genova.it

Pubblicità: